4 dicembre 2017

Venezia di Arte

Venice International Performance Art Week

Venice International Performance Art Week

 

Nella performance non c’è merce, non c’è un prodotto da vendere, tutto deve rimanere immateriale, non fisico.

Anche se esistono foto, video-installazioni e oggetti legati al momento della performance,

questa deve comunque continuare a essere la forma d’arte più immateriale che esista.

(Marina Abramović)

 

L’arte si fa viva e immateriale.

La Venice International Performance Art Week torna ad animare la perla della laguna.

Dal 7 al 16 dicembre 2017, Venezia si fa promotrice della performance art con un programma di eventi interamente dedicati a questa forma d’arte.

 

La performance art (o performance d’arte, performance d’artista) è una forma d’arte al pari della pittura, la scrittura, l’architettura. Ma, a differenza di tutte le altre forme d’arte, la performance art avviene qui e ora. Un hic et nunc che la rende irripetibile, immateriale ma, allo stesso tempo, coinvolgente e totalizzante, capace di creare un contatto immediato con il pubblico e di rivelare la visione dell’artista attraverso le sue stesse azioni.

 

Questa peculiare caratteristica della performance art di essere un’arte viva fa di questa forma d’arte una privilegiata testimone di incontro e condivisione.

In questo senso la Venice International Performance Art Week vuole essere meeting platform tra differenti culture e fucina di nuove espressioni artistiche.

 

E saranno proprio i principi di collaborazione artistica, cooperazione e di comunità artistica a sviluppare il progetto dell’edizione 2017 (la quarta) della manifestazione: Co-Creation Live Factory – prologue 1.

Obiettivo del progetto sarà quello di stimolare gli artisti partecipanti a sviluppare le proprie performance non individualmente bensì secondo un concetto mutuale di creazione. A guidarli in questo percorso, tre icone della performance art che qui vestiranno il ruolo di guida: Marilyn Arsem, VestAndPage e Andrigo & Aliprandi.

 

Apice di questo progetto saranno le giornate del 14, 15 e 16 dicembre quando le porte dell’European Cultural Centre di Palazzo Mora aprirà le sue porte al pubblico e la manifestazione si farà collettiva.