6 luglio 2017

Metti, una sera a Cena… in bianco

cena-in-bianco

Il bianco è un mondo così alto rispetto a noi,

che quasi non ne avvertiamo il suono, è un nulla prima dell’origine.

(Wassily Kandinsky)

 

Metti l’eleganza del bianco.

Metti il mistero della città di Torino.

Metti una cena d’estate tra estranei.

 

Un evento ricco di fascino anima l’estate del capoluogo piemontese.

Un appuntamento tra sconosciuti, di cui non si conoscono (ancora) né il giorno né l’ora.

Una kermesse diventata oramai consuetudine, arrivata al suo sesto anno.

 

La Cena in Bianco è una Unconventional Dinner alla quale tutti sono invitati, purché vestiti di bianco. Bianco totale. Total white.

Perché è questo il tema della serata.

 

Una serata dove la cena si porta da casa. E anche i piatti, le posate, i bicchieri. La tovaglia, le sedie e anche i tavoli.

Purché niente sia usa e getta. Niente carta né plastica.

Perché tutto dev’essere portato via.

 

Perché, una volta terminata la serata, nessuna traccia deve restare.

Resta solo – vivo – il ricordo di una sera d’estate.

Una sera fantasma, bianca e sinuosa come uno spettro.

 

La Cena in bianco ha l’obiettivo di promuovere i valori di convivialità e condivisione a tavola, al fine di diffondere i quartieri e il territorio in modo genuino, e nel rispetto di etica, estetica, ecologia, educazione, eleganza.

 

La prima edizione della Cena in bianco ha avuto luogo nel 2012. Nel 2016, la Cena in bianco ha raccolto oltre 13mila persone.