16 agosto 2017

Il lusso è green. Dalla natura, gioielli e abiti bio.

moda natura

Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata.
(Albert Einstein)

Non solo una fonte d’ispirazione.

Non solo il soggetto prediletto per stampe dal sapore estivo e caldo.

La natura è creatrice e custode di materiali pregiati e irreplicabili che, nelle sapienti mani del sarto, danno forma a capi lussuosi e bio.

 

Canapa, bambù, carta modellano abiti e accessori moderni per forme ma antichi per fattura che si posano sul corpo di chi li indossa come una delicata farfalla o una pioggia autunnale.

Anche l’ortica, una pianta le cui proprietà si tramandano di generazione in generazione ma molto temuta per il suo effetto urticante, genera fibre morbide, leggere e incredibilmente piacevoli al tatto.
Vaporosa come il lino, lucente come la seta, permette di plasmare abiti impalpabili e fastosi senza ricorrere a trattamenti chimici e nel rispetto dell’ambiente.

C’è, poi, chi la natura la incapsula, ne ferma nel tempo le forme e i colori, trasformando boccioli, petali, foglie, piume, ali di farfalla in elementi eterei.

Stanislava Korobkova, artista e designer russa, realizza collane, bracciali, orecchini, incastonando tra due pezzi di vetro chiusi da una cornice metallica, elementi naturali che raccoglie nei parchi e nelle foreste irlandesi e che lascia essiccare.

Prendono vita, così, gioielli suggestivi, evocativi erbari in miniatura capaci di rivelare una verità millenaria ma, talvolta, dimenticata: è la natura la custode della bellezza.