19 settembre 2017

Lusso da gustare

cibi costosi

Dal panino con foglia d’oro al gelato con neve del Kilimangiaro: i cibi più costosi del mondo

 

“Detesto coloro che non prendono il cibo sul serio: sono troppo superficiali”

(Oscar Wilde)

 

Difendono il valore inestimabile del gusto, esaltandolo con il linguaggio lirico della poesia, le parole di Oscar Wild.

Poeta e drammaturgo – prima –, esperto conoscitore di cibi e vini – poi –, tratta la gastronomia con il prestigio che essa merita, aprendo con eleganza il tema degli alimenti di lusso.

I preziosi da mangiare.

I cibi più costosi del mondo.

Ingredienti nobili e pietanze pregiate, riportate in menù che sono teche esclusive e costosi cofanetti in grado di custodire l’essenza stessa del piacere.

 

Re della cucina di lusso è il tartufo bianco d’Alba. Il suo costo è stabilito ogni due anni tramite un’asta mondiale. Ad oggi, un tartufo di 1 chilo e mezzo ha superato i 160.000 dollari.

Accanto al fungo (ipogeo) dei funghi si colloca lo zafferano. La spezia più costosa in assoluto arriva a costare fino a 10mila dollari al chilo.

Ottenuto dalle uova di storione, il caviale Almas (letteralmente ‘diamante’) è – tra tutti – il più prezioso. Proveniente dall’Iran, si presenta giallo-bianco, vanta un sapore raffinatissimo e può costare fino a 25mila dollari al chilo.

Proviene dal Giappone il manzo Wagyu (o manzo di Kobe). Carne magra, marmorizzata di delicato grasso, dalla consistenza burrosa e dal sapore lievemente dolce, può raggiungere i 2800 dollari a bistecca.

Offre un’altra costosa prelibatezza, lo scrupoloso Sol Levante. I funghi Matsutake crescono in un determinato periodo dell’anno, nelle foreste di pini nipponiche. Dall’aroma inconfondibile e dal gusto fruttato e speziato, costano 2mila dollari al chilo.

Ma le risorse gastronomiche del Giappone non sono finite. Il cocomero Densuke è una rarissima anguria nera, dalla dolcezza ineguagliabile e dal costo che varia tra i 250 e i 6000 dollari al pezzo. In fatto di frutta giapponese, poi, il melone Cantaloupe Yubari king – dolce e succoso – raggiunge i 22.800 dollari al pezzo.

 

Fin qui, gli ingredienti.

Esistono, tuttavia, preparazioni in grado di superare qualsiasi immaginazione gastronomica e qualsiasi prezzo di gioielleria.

Pietanze sublimi, ricette del lusso, portate inaspettate, che combinano gli elementi più ricercati (e imprevedibili).

Come l’hot dog più costoso del mondo, direttamente da Vancouver, in Canada. Manzo di Kobe, olio al tartufo e aragosta fresca e cognac Louis XIII, per un panino gourmet da oltre 100 dollari.

A proposito di panini (o quasi), il bagel più costoso del mondo arriva da New York. Crema di formaggio, scaglie di tartufo bianco e foglie d’oro, per un sandwich ‘con il buco’ da 1000 dollari.

Arriva da New York anche la Zillion Dollar Lobster Frittata. Uova strapazzate, aragoste e caviale di storione, per l’omelette più pregiata del mondo, del valore di 1.000 dollari.

Inguaribili amanti della pizza? A Glasgow, la pizza Royale 007 – pomodoro, salmone, cervo, caviale marinato nello champagne e aragosta marinata nel cognac Louis XII Remy Martin – vale 4.200 dollari.

 

Quanto ai dolci, c’è il gelato con la neve del Kilimangiaro (da gustare tra i saliscendi di San Francisco), il Truffle Ice Cream con gelato al tartufo bianco e foglia d’oro (da ammirare – e, poi, assaggiare – a Las Vegas) e il Black Diamond, con gelato alla vaniglia del Madagascar, zafferano iraniano, tartufo nero italiano e foglia d’oro (da degustare in coppa Versace, a Dubai, naturalmente).

 

“Ho dei gusti semplicissimi, mi accontento sempre del meglio”

(Oscar Wilde)