20 marzo 2017

La Giornata del Profumo

giornata profumo

“Così come un accordo musicale, l’accordo di un profumo contiene quattro essenze, o note, accuratamente selezionate in base alla loro affinità armonica.
Ciascun profumo contiene tre accordi: la testa, il cuore e la base, e quindi fanno 12 note in totale.
L’accordo di testa racchiude la prima impressione, dura pochi minuti, prima di lasciare il posto all’accordo del cuore, il tema dominante del profumo, che dura alcune ore, e infine, l’accordo di base, la scia del profumo che dura alcuni giorni.”

(Profumo, Storia di un Assassino)

 

Il potere senza pari del profumo è totalmente custodito in queste parole, rubate alla trasposizione cinematografica del più noto romanzo di Patrick Süskind (‘Il Profumo’).

Elemento che scatena il più ancestrale dei sensi – l’olfatto –, il profumo serba la facoltà ineguagliabile di rievocare momenti, di ripristinare emozioni.

 

Sarà (anche) per questo che l’Accademia del Profumo ha deciso di dedicare una giornata a questa sostanza ‘magica’, istituendo la Giornata Nazionale del Profumo.

Per la prima volta, il 21 marzo, primo giorno di primavera – quando i sensi si risvegliano e le emozioni si percepiscono più fortemente –, si celebrerà il mondo delle fragranze.

Un’occasione sublime, per trasmettere il valore reale del profumo, trasferendo il patrimonio artistico, scientifico e culturale che si cela dentro a un’essenza, e celebrando la professione del maestro profumiere, un mestiere nato più di 4000 anni fa, quando il profumo veniva creato per compiacere gli dei.

 

“L’anima degli esseri è racchiusa nel loro odore.”

(Profumo, Storia di un Assassino)