12 luglio 2016

Consigli per l’abbinamento cibo-vino – Capitolo 3. Abbinare vino e insalata si può

dettaglio

Non c’è ragione di rinunciare a un buon bicchiere di vino abbinato a un’ottima insalata, soprattutto ora che questo piatto non si limita a un mix di lattuga.

 

Tradizionalmente, l’insalata non è considerata adatta al vino. Secondo la saggezza popolare, è meglio saltare il vino quando si consuma l’insalata e preferire un bicchiere di acqua gasata.

Al giorno d’oggi, però, le insalate vengono consumate come piatto principale, ricche di magnifici sapori e intriganti consistenze. I condimenti acidi e le verdure crude non esaltano il vino, ma basta ridurre gli acidi nel condimento e aggiungere ingredienti “ponte” con sapori e consistenze che fungono da complemento o contrasto con il vino.

Formaggio, carne, frutti di mare, frutta fresca e secca ricoprono un ruolo chiave nelle insalate, contribuendo al peso e all’essenza e influenzando la scelta di vini amabili.

Un’insalata creata con gli ingredienti giusti può rappresentare l’abbinamento ideale con un’ampia gamma di vini tra cui Chardonnay, Sauvignon, Riesling, Prosecco Superiore e anche Moscato Reale nella versione vivace, che si abbina a insalate con note dolci.

 

Alcuni trucchi possono aiutare.

Quando l’insalata rappresenta il piatto principale, ingredienti come verdure, carne o pesce grigliati hanno il sopravvento, mentre l’insalata vera e propria funge da complemento.

Per un’insalata con pesce può essere utilizzato un condimento leggero a base di limone, mentre un’insalata con carne bianca alla griglia può essere condita con aceto balsamico.

Come si può notare, l’elemento principale determina il tono del piatto, mentre i componenti hanno un ruolo di supporto.

 

L’importante è mantenere un equilibrio tra gli acidi. Un condimento con “una parte di aceto di vino rosso e tre di olio di oliva” è troppo forte per essere abbinato al vino. Gli acidi troppi aggressivi smorzano il sapore del vino, anche se questo è deciso.

Il miglior consiglio è evitare una “guerra di acidi” tra cibo e vino.

 

Sostituite gli ingredienti acidi con altri liquidi intensi ma non bruschi, come brodo ristretto di pollo, vitello, pesce o verdure, salsa Worcester, salsa di soia, sughi di carne o verdura arrosto o purè di aglio arrostito.

 

Cercate di usare un aceto più dolce, come sherry balsamico o vino di riso, oppure optate per ingredienti alternativi all’aceto quali il succo di limone, arancia, mela, mirtillo rosso o di qualsiasi altro frutto con un sapore vivace.

 

Se utilizzate l’olio, state attenti a quello che scegliete. Un olio di oliva molto fruttato o con note tostate di olio di noci può creare un collegamento importante con il vino. Se utilizzato in eccesso, però, può sovrastare un vino leggero.

Come sapete, esistono vari ortaggi tra cui scegliere, con sapori diversi: speziato, acido e piccante. Quando preparate un’insalata, scegliete gli ingredienti che abbiano un’affinità naturale con il vino.

  • Ortaggi – Gli ortaggi piccanti richiedono un vino come un Sauvignon Blanc o un Syrah leggero.
  • Verdura – La verdura grigliata si abbina a un Verdicchio invecchiato o a uno Chardonnay barricato. I funghi vanno abbinati a un vino rosso come il Pinot Noir.
  • Frutta – La frutta fresca o disidratata come melone, mela, pera, uva, arancio, albicocca e ananas va gustata con Glera, Chardonnay, Sauvignon Blanc o Moscato Reale. Molte qualità di Sangiovese, Raboso e Primitivo di Manduria presentano note di bacche fresche, fragole e ciliegie, a volte con sottili note di pomodoro.
  • Formaggio – Se il formaggio è molto salato, come quello con venature verdastre, abbinatelo a un vino leggermente dolce, come un Riesling secco. Il formaggio stagionato, come il Parmigiano o l’Asiago, con il suo gusto tostato e burroso, si abbina alla perfezione con il Cuvee Surfine o il ROOS di Foss Marai.
  • Frutti di mare, pollame o carne – Grigliate questi ingredienti e optate per un vino invecchiato in botti di quercia o uno spumante come Guia Prosecco Superiore Brut DOCG di Foss Marai.
  • Erbe aromatiche – Molti vini presentano note di erbe come Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Merlot.
  • Crostini – Il pane tostate o grigliato si abbina alla perfezione con Marai de Marai Brut di Foss Marai.

Soprattutto, ricordatevi che abbinare vino e insalata non è difficile. Sperimentate e divertitevi.