5 ottobre 2016

Columbus Day – carri, sfilate e bandiere da New York alla Spagna

columbus day

Celebra l’esploratore che, nel 1492, giunse sulle coste del Nuovo Mondo scoprendo l’America. Eppure, il Columbus Day ha origini relativamente recenti.

Le fonti, infatti, collocano nel 1866 le prime celebrazioni ad opera della comunità italiana di New York. Solo nel 1937, venne consacrata quale festa nazionale per tutti gli Stati Uniti d’America dall’allora presidente Franklin Delano Roosvelt.

 

A centocinquant’anni dalle prime celebrazioni, New York è ancora il cuore pulsante di questa festa.

Il secondo lunedì di ogni ottobre, lungo la Fifth Avenue a Manhattan, una grande parata con carri, bande e corpi militari chiama a sé circa un milione di persone in cui sfilano.

E, poi, sventolano le bandiere: quella americana e il tricolore italiano.

La numerosa comunità italiana, difatti, è – ancora oggi – parte attiva nell’organizzazione e nella partecipazione alle celebrazioni e, per l’occasione, l’Empire State Building viene colorato proprio con i colori della bandiera dell’Italia.

 

Il primo sbarco di Colombo in America viene celebrato anche in America latina, dove prende il nome di Dia da la Raza, e celebra l’incontro tra la civiltà europea e quella dei nativi americani.

Il Dia de la Raza si è tenuto anche in Spagna fino al 1958 quando ha mutato il suo nome in Fiesta de la Hispanidad. Divenuta festa nazionale nel 1981, ha nuovamente cambiato nome in Fiesta Nacional de España.

Il 12 ottobre di ogni anno – solitamente a Madrid – si tiene una parata militare per celebrare non solo Colombo, ma anche le Forze Armate – che, dal 2000, festeggiano proprio in questa data la loro Giornata Nazionale.